Castel San Pietro riapre i giochi nei parchi pubblici

Il sindaco Tinti: «Resta però doveroso continuare ad osservare le norme di sicurezza»

Un passo verso il graduale e auspicato ritorno alla normalità. Il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti con una nuova ordinanza firmata ieri ha reso possibile «l’accesso alle strutture di gioco per minorenni all’interno di parchi pubblici, sia pur condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramenti e della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, come da Linee Guida regione Emilia Romagna sul tema, e fermo restando il rigoroso rispetto delle disposizioni in materia di prevenzione e contrasto all’emergenza sanitaria».
Vengono anche rese possibili le attività didattiche e di formazione, solo se in forma individuale (scuole di musica, lingua, ecc). Restano in vigore tutte le altre disposizioni vigenti in zona rossa e quelle stabilite dalle ordinanze comunali.

«Il significativo calo dei contagi ci potrebbe portare già nei prossimi giorni ad uscire dalla zona rossa – sottolinea il sindaco –, motivo per cui abbiamo deciso di allentare leggermente le prescrizioni previste. Complice la bella stagione, è comprensibile il crescente bisogno di far vivere al meglio i parchi pubblici anche alle nostre bambine e bambini. Resta però doveroso continuare ad osservare le norme di sicurezza».