Dai nidi alla prima media, in 6mila pronti al ritorno tra i banchi a Imola

Il ritorno in presenza coinvolge circa 600 bimbi e bimbe dei nidi, 1.637 della materna, 3.133 delle elementari e circa 670 delle classi prime delle medie

Foto di repertorio Isolapress

Sono oltre 6mila, circa la metà della popolazione scolastica totale di Imola, i ragazzi e le ragazze pronte a tornare tra i banchi di scuola o nelle aule di materne e nidi. Da domani, mercoledì 7 aprile, riprende l’attività didattica in presenza per nidi, scuole d’infanzia, primaria e le classi prime della scuola secondaria di primo grado. Il ritorno in aula fino alla prima media è stato deciso dal Governo, anche nelle zone rosse. A Imola e nel circondario materne e nidi sono stati chiusi per quasi un mese, dal 6 marzo, conseguentemente all’entrata in zona rossa della Città metropolitana di Bologna il 4 marzo.

Il ritorno in presenza coinvolge circa 600 bimbi e bimbe dei nidi, 1.637 della scuola d’infanzia, 3.133 della primaria e circa 670 nelle classi prime della scuola secondaria di primo grado.
«Il rientro in classe rappresenta una buona notizia, che potranno tornare anche ad una vita di relazioni scolastiche complete e un fatto molto positivo anche per le loro famiglie, che vedono chiudersi il periodo della didattica a distanza, ripreso circa un mese fa con i provvedimenti varati dalla Regione, e che ha coinvolto per molte settimane migliaia di studenti e di famiglie anche ad Imola – sottolinea Fabrizio Castellari, vicesindaco con delega alla Scuola -. La scuola ed i servizi educativi della città sono pronti a questa ripresa dell’attività didattica in presenza, che era attesa da tempo. Il periodo di sospensione dell’attività in presenza ha consentito di azzerare il numero delle classi in quarantena, per cui negli ordini di scuole dove si ritorna in classe, la ripresa dell’attività in presenza avviene a pieno regime».
«Speriamo davvero che questo sia l’ultimo sacrificio, l’ultima salita per dirla in termini sportivi, per poi rivedere pienamente la luce. La speranza è che il virus sia progressivamente debellato e che continui a tappeto la campagna vaccinale».

Tavolo di confronto della scuola imolese, a breve incontro

«Con l’avvio delle lezioni in presenza, entro la prossima settimana riuniremo il Tavolo di confronto della scuola imolese (3/14 anni) per fare il punto sul prossimo anno scolastico, a cominciare dal tema degli organici – rivela Castellari -. Quanto invece ai più piccoli (fino a 3 anni) tra aprile e maggio verrà aperto il bando unico di iscrizione ai nidi d’infanzia comunali e convenzionati per il prossimo anno educativo».
Va ricordato inoltre come per il prossimo anno educativo sono previste 20 nuove assunzioni, come programmato dal maxi-piano di assunzioni del Comune, «i cui concorsi saranno banditi nelle prossime settimane» aggiunge il vice sindaco.