Da Famartec (Gruppo Curti) la macchina che confeziona il vaccino russo EpiVacCorona

L'azienda è specializzata nella produzione di macchine per il packaging destinate all’industria farmaceutica

Quella per la produzione dei vaccini anti-Covid è una filiera complessa e internazionalizzata e, malgrado l’assenza di produzioni sul suolo italiano, sono varie le aziende che vi collaborano. Famartec, azienda del Gruppo Curti con sede a Sala Bolognese specializzata nella produzione di macchine per il packaging destinate all’industria farmaceutica, ha incassato un’importante commessa da Vector-Bi Algam, centro di ricerca con sede in Siberia. L’ente ha avviato la produzione del secondo vaccino russo dopo Sputnik V, l’EpiVacCorona.
«L’EpiVac è il primo vaccino che verrà distribuito non nelle fiale, ma già nelle siringhe – spiega Alessio Wagner, direttore generale di Famartec (in foto) -. Noi abbiamo fornito la tecnologia utile a confezionare tali siringhe. Per Famartec, la Russia non è un mercato nuovo e Vector è nostro cliente dal 2016».


L’articolo completo sul numero del nostro settimanale in edicola
Il nostro giornale è disponibile anche in versione online.
Per sapere come attivare l’abbonamento e portare il giornale ovunque con te, fai click qui