Imola, lotta alla processionaria. Cosa fare in caso di infestazione

«Occorre provvedere all'immediata asportazione meccanica dei nidi mediante taglio dei rami infestati e successiva bruciatura»

Come ogni anno, il Comune di Imola ha voluto ricordare a residenti e amministratori di condominio la condotta da tenere in caos di infestazione da processionaria dei pini.
I proprietari di aree verdi e gli amministratori di condominio che abbiano in gestione aree verdi sul territorio comunale «devono effettuare tutti i controlli e le ispezioni degli alberi al fine di accertare l’eventuale presenza di nidi della processionaria del pino».
I nidi di questo insetto si presentano normalmente in forma di grosse masse simili alla seta di color bianco-grigio, localizzate soprattutto sui rami più alti ed esterni e ben visibili.

In caso di presenza dei nidi di processionaria «occorre provvedere all’immediata asportazione meccanica, mediante taglio dei rami infestati e successiva bruciatura».
In ogni caso è vietato depositare rami con nidi sulla pubblica via o «smaltire i rami con nidi tramite i servizi di nettezza urbana nonché tramite il deposito in discarica» ricorda il Comune. I casi di inottemperanza sono soggetti a sanzioni.
Tutte le operazioni di rimozione dovranno essere attuate in sicurezza, mediante una ditta specializzata con operatore munito di appositi dispositivi di protezione e idonea strumentazione. Le larve di questo insetto infatti sono ricoperte di peli urticanti, deve quindi essere evitato il contatto con la pelle.