Luoghi del cuore Fai, il Giardino degli Angeli è secondo in regione

Il parco castellano è stato creato per ricordare Sara, scomparsa all'età di 14 anni per una grave malattia

Il Giardino degli Angeli di Castel San Pietro spopola nella classifica dei Luoghi del Cuore, elenco di monumenti, strade, piazze, edifici del Fai (Fondo Ambiente Italiano).
Con 6.815 voti il giardino castellano è arrivato al secondo posto in Emilia Romagna e al 47° in tutta Italia. Se si considera la sola categoria “Giardino, parco urbano”, il parco situato nei pressi dello stadio comunale è terzo a livello nazionale.
La notizia è giunta ieri, giovedì 26 febbraio, con la presentazione alla stampa della classifica del 10° Censimento nazionale dei Luoghi del Cuore promosso dal FAI.
«Il valore di questo giardino magnifico – sottolinea il sindaco Fausto Tinti – ora è riconosciuto anche a livello nazionale, grazie all’iniziativa. Complimenti a Valerio Varignana e tutti coloro che se ne occupano e che da anni regalano a Castel San Pietro speranza, cultura e bellezza».
«Una bella soddisfazione per i tanti volontari dell’associazione Giardino degli Angeli onlus che possono guardare al futuro con fiducia, dopo un anno in cui l’emergenza per il Covid-19 li ha costretti ad annullare la decima edizione della rassegna musicale “I suoni degli angeli” e la mostra fotografica “L’insolito giardino”» conclude il comune.

Un cuore verde a pochi passi dal centro

Il Giardino degli Angeli, nato nel 2008, è il luogo creato dai genitori di Sara, ragazzina scomparsa per una grave malattia all’età di 14 anni nel 2006, e da moltissimi volontari con la collaborazione del Comune e di alcuni sponsor.
Realizzato a forma di cuore su una superficie di circa 4.000 metri quadrati, conta diverse centinaia di piante e un laghetto.
Sin dalla sua inaugurazione è oggetto di servizi televisivi e giornalistici e di apprezzamenti e riconoscimenti. Nel 2009 si è costituita l’associazione onlus “Il Giardino degli Angeli”, che organizza iniziative per aiutare bambini gravemente malati e le loro famiglie in difficoltà, e si occupa della manutenzione del Giardino.