Lugo, la pl mette in guardia: «Segnalati tentativi di truffa sul pagamento Tari»

«Un finto operatore avrebbe proposto ai cittadini la sospensione delle rate in cambio di un pagamento in contanti»

Nuovi tentativi di truffa sul pagamento della Tari a Lugo. Negli scorsi giorni un cittadino lughese si è rivolto alla polizia locale denunciando la presenza di un sedicente operatore comunale che avrebbe proposto ai cittadini «la cessazione del pagamento della Tari a fronte del pagamento immediato di una cospicua cifra in contanti».
Gli agenti della polizia locale, in collaborazione con il commissariato di polizia, hanno accertato la presenza di questo finto operatore, che avrebbe tentato di raggirare diversi lughesi.
«Si tratta di un raggiro e si invita la popolazione a non dare alcuna somma a chi si presenta a casa con questa o altre motivazioni – mette in guardia la polizia locale -. In caso di sospetto o truffa, segnalare tempestivamente eventuali episodi alle forze dell’ordine o alla centrale della Polizia Locale al numero 800 072 525. Si ricorda che il pagamento della Tari non avviene mai direttamente a operatori che si presentano a casa».
Non è la prima volta che i truffatori si fingono incaricati per il pagamento della Tari: già a novembre a Lugo molti cittadini avevano ricevuto la visita di sedicenti operatori, segnalandoli alla polizia locale (leggi qui).