Covid, nell’imolese 47 casi e 4 morti. L’indice Rt regionale scende sotto uno

Il numero di guarigioni resta più alto di quello delle nuove positività: 73. In Emilia-Romagna 1.347 casi

Isolapress
Il numero di casi registrati oggi è in linea con il dato di ieri, ma torna a crescere il numero delle vittime del Covid-19 nel circondario di Imola.
Su 391 tamponi molecolari e 153 antigenici rapidi analizzati, sono 47 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola oggi, 22 gennaio. 22 gli asintomatici, mentre il numero dei guariti resta superiore a quello dei nuovi casi: 73.
«Oggi dobbiamo purtroppo comunicare 4 decessi avvenuti nei giorni scorsi – scrive l’Ausl Imola nel suo quotidiano bollettino sul Covid-19 -. Si tratta di tre cittadini di Imola, una donna di 91 anni e due uomini di 82 e 76, e una donna di Castel Guelfo di 82 anni».
Sono 6.553 i casi totali da inizio pandemia e 747 i casi attivi. 26 le persone ricoverate in ospedale, 5 nell’unità del pronto soccorso, 11 a Castel San Pietro e 14 in terapia intensiva.
Nella giornata di ieri 84 vaccinazioni (2° dosi) per operatori sanitari dell’Ausl di Imola. Oggi invece è ripartita la campagna vaccinale, con le équipe impegnate nelle vaccinazioni con prima dose nelle strutture per anziani, sia su operatori che su ospiti.
Il totale di prime dosi a ieri è 2.757, mentre le secondi dosi già eseguite sono 109.

I numeri in Emilia-Romagna: Rt regionale scende sotto 1

Su oltre 21.700 tamponi, sono 1.347 i nuovi positivi oggi in Emilia-Romagna. 2.130 i guariti, mentre diminuiscono i casi attivi (-826). Scende sotto uno l’indice di trasmissibilità: Rt regionale a 0.97, indice da confermare per almeno due settimane consecutive prima di valutare lo spostamento in fascia di rischio con meno limitazioni.
L’età media nei nuovi positivi è di 46 anni. 43 i decessi. Vaccini, 125mila le somministrazioni effettuate finora.
La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 275 nuovi casi, a seguire Bologna (273); Reggio Emilia (144), Cesena (115), Ravenna (110), Rimini (97), Parma (90). Poi la provincia di Ferrara (71), quindi le province di Piacenza (65), Forlì (60); Imola (47).