Alla cra Geminiani riprese le visite grazie anche alla “parete degli abbracci”

Il Comune: «Per i familiari la possibilità di poter abbracciare i propri cari in sicurezza»

Un passo verso la tanto agognata normalità. Alla cra Geminiani di Massa Lombarda sono riprese le visite agli ospiti con una graditissima novità per i parenti.
Dal 19 gennaio, infatti, durante le visite si può instaurare un momento più “intimo” con il proprio caro, con la possibilità di avere un contatto con il proprio familiare ospitato in piena sicurezza attraverso una parete di plexiglass, una specie di “parete degli abbracci”.
La nuova modalità delle visite, che permette un terapeutico ritorno al contatto affettivo, «è stata resa possibile grazie alla disponibilità della cooperativa sociale Il Cerchio, gestore della struttura che di concerto con l’Ausl ha individuato questa soluzione per migliorare il momento di visita dei parenti» spiega il Comune ravennate.
Tutti i protocolli di sicurezza (rilevazione delle temperature, igienizzazione delle mani, uso di guanti e mascherina) verranno comunque attivati per rendere sempre sicuri gli incontri. Le superfici sono sanificate ad inizio e fine visita, con la presenza di un operatore durante la visita affinché tutte le misure anti Covid vengano rispettate.

«È stata una grande emozione accarezzare mio padre Giuseppe che all’età di 101 anni e sette mesi ha ancora una grande forza» ha dichiarato Marina Giacometti, presidente del Comitato familiari ospiti attivo nella struttura.
Alla ripresa delle visite in struttura anche il sindaco Daniele Bassi si è recato personalmente alla Geminiani per salutare la signora Amelia Formigatti, neo-centenaria.