Assistenza ai senzatetto, riattivato il “piano freddo” insieme a Caritas e Misericordia

Sangiorgi (Misericordia): «Siamo stati più volte in stazione, a portare coperte e pasti ai bisognosi»

dog on top of person's lap while sitting on ground at daytime
Foto di repertorio

Caritas, Misericordia e servizi sociali di Castel Bolognese, in collaborazione con il tavolo sociale, hanno attivato un piano dedicato all’assistenza invernale per i senzatetto.
Il Comune lungo la via Emilia lo definisce «un servizio di aiuto con tutte le dovute attenzioni alle norme anti-contagio».
Per rispondere a questo bisogno ci si può rivolgere ai volontari della Caritas e della Misericordia al numero 353 4135654.
«Quest’anno siamo stati parecchie volte in stazione, a portare coperte e pasti ai bisognosi che abbiamo trovato – spiega Severino Sangiorgi, governatore della Confraternita della Misericordia -. Procedono intanto i lavori per allestire il rifugio da 12-14 posti per i ricoveri di 5-8 giorni e la casa con appartamenti per gli affitti agevolati (con il pagamento solo delle spese vive) di uno o più mesi».

«Il piano freddo – spiega l’assessore Ester Ricci Maccarini – non vuole essere solo una misura emergenziale studiata per dare una riposta ad un bisogno immediato, ma anche l’occasione per accogliere e ascoltare le persone in difficoltà e iniziare con loro un percorso di accompagnamento verso l’autonomia».