Imola, nel weekend 116 nuovi casi, due decessi e 136 guariti. Meno vaccini, l’Ausl riprogramma gli appuntamenti

I primi 25 operatori protagonisti del Vaccine day hanno completato oggi il ciclo vaccinale

Un

Nel fine settimana che si avvia verso la sua conclusione sono stati 116 i nuovi casi di Covid-19 registrati dall’Ausl di Imola. Equamente suddivisi nelle due giornate di sabato 16 e domenica 17 gennaio: 58 e 58.
Complessivamente sono 1.354 i tamponi (e rapidi e antigenici) messi a referto dall’azienda sanitaria, 579 sabato e 775 domenica. La percentuale di positivi rispetto ai tamponi analizzati è dell’8.5%.
Di questi nuovi casi, la maggioranza è asintomatica: 71 dei nuovi positivi non presentano sintomi della malattia.
Fa ben sperare il dato delle guarigioni, che sia sabato che domenica superano il numero di contagi: 72 e 64, per un totale di 136.
Purtroppo nel weekend si registrano due decessi, entrambi sabato ed entrambi cittadini di Castel Guelfo. Si tratta di un uomo 84 e una donna di 94 anni, quest’ultima residente in struttura privata per anziani.
Sono 32 i pazienti Covid ricoverati al Santa Maria della Scaletta, 6 i ricoveri nell’unità d’emergenza del pronto soccorso. 12 i ricoveri nel reparto Covid dell’ospedale di Castel San Pietro, 13 le persone ricoverate in terapia intensiva. Tra di essi il manager e campione del mondo di motociclismo Fausto Gresini, che ha visto nella giornata di ieri peggiorare le sue condizioni (leggi qui la notizia).

In relazione alla sostanziale diminuzione delle dosi di vaccino Pfizer-Biontech previste in consegna la prossima settimana, l’Ausl di Imola ha comunicato di aver proceduto «ad una riprogrammazione degli appuntamenti vaccinali per le sole prime dosi prenotati per i prossimi giorni». Nel frattempo, oggi hanno concluso il ciclo vaccinale i 25 operatori sanitari dell’ospedale che erano stati vaccinati con la prima dose il 27 dicembre scorso, nel corso del Vaccine day.
Le vaccinazioni effettuate al 16 gennaio nel circondario sono 2588.