La statuina di un’infermiera, il regalo di Coldiretti e Confartigianato al vescovo

Un dono di Natale simbolo di riconoscenza verso il mondo della sanità

Guanti, mascherina, camice. Simboli di una battaglia quotidiana contro il virus, simboli di chi ogni giorno, anche a Natale, si occupa di chi soffre.
È la statuetta per il presepe di un’infermiera il dono che Confartigianato e Coldiretti Bologna hanno voluto consegnare al vescovo della Diocesi di Imola, monsignor Giovanni Mosciatti. La piccola scultura, realizzata dalla bottega d’arte presepiale napoletana “La Scarabattola” dei Fratelli Scuotto (associata a Confartigianato), è stata consegnata al vescovo negli scorsi giorni da Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Bologna Metropolitana, e Alessandro Scala, vicedirettore di Coldiretti Bologna e segretario di zona a Imola.

«È un’iniziativa avviata per la prima volta quest’anno, ma che è nostra intenzione ripetere costantemente – spiega Renzi -, per valorizzare i presepi di ogni diocesi d’Italia con un personaggio frutto del lavoro artigiano e simbolo di un evento che abbia caratterizzato l’anno».