All’istituto San Giuseppe di Lugo un insegnante speciale: il vescovo Mosciatti

Mons. Mosciatti ha risposto ad alcune domande degli alunni. La più curiosa? "Ma ti hanno chiamato dal paradiso per dirti di fare il vescovo?"

I ragazzi e il vescovo nel riquadro in alto a sinistra sulla Lim)

Una lezione speciale prima della pausa natalizia. Nella mattinata di oggi gli alunni della scuola San Giuseppe di Lugo hanno avuto un insegnante d’eccezione: il vescovo della Diocesi di Imola, monsignor Giovanni Mosciatti.
Il vescovo, collegato alle classi attraverso la Lim, ha “incontrato a distanza” prima la primaria e poi la secondaria.
Ragazzi e ragazze sono stati interrogati e hanno interrogato il vescovo, che ha risposto alle domande degli alunni. «È un tempo in cui siamo messi alla prova. Ci sta insegnando che siamo tutti sulla stessa barca, ragazzi – una delle risposte di mons. Mosciatti -. Ognuno ha una grande responsabilità nei confronti di chi ci sta vicino, dobbiamo trovare la strada per uscirne insieme. Questo momento del Natale arriva in un momento in cui ci serve speranza. Quel Bambino ci porta speranza, ci aiuta a capire che non siamo soli, abbandonati. Ognuno di noi è prezioso per Gesù».

Tante le domande degli scolari al vescovo, che sin dal suo arrivo a Imola ha messo la questione dell’importanza dell’educazione al centro della sua azione pastorale: “Perché ti sei fatto sacerdote?”, “Come trascorrerai il Natale?” tra le tante. La più curiosa? Quella fatta da un bimbo di prima elementare: “Ma ti hanno chiamato dal paradiso per dirti di fare il vescovo?”.

Di seguito un breve video della speciale lezione ai ragazzi e alle ragazze dell’istituto