Comune e Acer contro il degrado. Sgomberi di auto e mobili nel quartiere Marconi

Rimosse masserizie e due auto abbandonate negli alloggi popolari posti in via Cenni e via Bucci

«Un giro di vite in materia di sicurezza, qualità e legalità dell’abitare nei comparti di edilizia residenziale pubblica di Imola». Così il Comune definisce gli interventi messi in atto in questi giorni in collaborazione con Acer e forze dell’ordine per «contrastare le forme di degrado e inciviltà, gli usi irregolari degli alloggi e delle parti comuni, l’abbandono di masserizie».
A partire dal quartiere Marconi dove sono stati fatti interventi di sgombero di masserizie e di due auto abbandonate negli alloggi posti in via Cenni e via Bucci, che fanno seguito a quelli avvenuti a partire da ottobre, che hanno interessato anche altri alloggi Acer situati nello stesso quartiere imolese.
«In particolare, in questi giorni sono sette le auto sgomberate fino ad oggi, mentre altri interventi sono previsti nei prossimi giorni» fa sapere in una nota stampa il Comune di Imola.

Acer Bologna, con il presidente Alessandro Alberani, in accordo con il sindaco di Imola ha avviato il piano legalità e sicurezza che si concretizza in una verifica scrupolosa delle condizioni abitative in tutti i quartieri cittadini.
«Considero preziosa e strategica la loro collaborazione – spiega il primo cittadino Marco Panieri – che porterà, grazie al valido supporto delle forze dell’ordine, a invertire l’effetto domino del degrado urbano che conduce al degrado sociale».
«Si tratta di lavorare su più fronti – aggiunge il sindaco -: ripristinare la legalità nei comparti abitativi grazie alla installazione di telecamere di video sorveglianza, che abbiamo in previsione a breve, garantendo una maggiore presenza degli agenti accertatori di ACER sul territorio, che hanno il compito di contestare le violazioni al regolamento d’uso degli alloggi e avviare, nei casi gravi, la procedura di decadenza dall’alloggio».