Sabato 28 si accendono le luci sul Natale imolese

La cerimonia di accensione dell'albero e la benedizione del presepe non saranno però aperte al pubblico

L'arrivo dell'albero in piazza Matteotti il 25 novembre. Isolapress

Le luci di Natale tornano ad illuminare Imola. Domani, sabato 28 novembre, è la giornata in cui si accenderanno le luminarie natalizie. Una cerimonia che, causa l’emergenza Covid-19 non sarà aperta al pubblico, ma avverrà alla presenza solo delle autorità, delle associazioni di categoria e degli sponsor.
Si comincia alle ore 17 con la benedizione impartita dal vescovo Giovanni Mosciatti al presepe, che torna ad essere allestito in piazza Caduti per la Libertà. In seguito si accenderà l’albero al centro di piazza Matteotti che darà simbolicamente il via all’accensione delle luminarie in città (nonostante le luci si siano già accese nelle vie di Imola). L’albero, alto 11.5 metri, ha una struttura in alluminio con luci a led.

«Il momento che stiamo attraversando è difficile, inutile negarlo – è il messaggio del sindaco di Imola, Marco Panieri -. Gli eventi sono sospesi o a distanza, a tutti vengono richiesti sacrifici per il bene collettivo. Per questo l’Amministrazione comunale ha voluto contribuire direttamente, insieme a un gruppo numeroso di sostenitori, alla realizzazione delle luminarie e dell’albero di Natale in piazza Matteotti».
«Quest’anno infatti, visto il delicato momento economico, non si è voluto richiedere il contributo che in passato veniva chiesto alle attività economiche del centro storico» sottolineano Giacomo Gambi, assessore alla Cultura, e Pierangelo Raffini, assessore alle Attività produttive e al Centro storico.
Pertanto, quest’anno la città si illumina grazie a Comune, Alleanza delle Cooperative, Banca di Imola, BCC ravennate forlivese & imolese, Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, Cna Imola, Coldiretti, Confagricoltura, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Confindustria delegazione imolese, Gruppo Hera, IF, Pro Loco Imola.