Imola, 107 nuovi casi (11.13%). Contagi nei reparti no-Covid: «21 operatori positivi»

Attivato il reparto post-acuti a Castel San Pietro. 89 i ricoveri nei reparti Covid, più sei in terapia intensiva a Bologna

Foto di repertorio. Isolapress
Tornano in tripla cifra i nuovi casi nel circondario di Imola. Su 961 tamponi refertati, mercoledì sono 107 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola.
Sono 68 asintomatici e 39 sintomatici, note positive i 50 guariti e nessun decesso.
La percentuale di tamponi positivi rispetto a quelli analizzati è dell’ 11.13%.
Oggi l’azienda sanitaria ha riattivato il reparto post-acuti dell’ospedale di Castel San Pietro posto al quarto piano della struttura. Il reparto Covid, con disponibilità di 15 posti massimi, ospita pazienti positivi al virus appena usciti dalla fase acuta della malattia, in modo tale da alleggerire il carico sull’ospedale di Imola. Già 5 persone sono state trasferite nella giornata di oggi.

Restando in tema di ospedale, sono 73 i pazienti nei reparti Covid del Santa Maria della Scaletta al III e IV piano. Rimangono 2 quelli ospitati al VI piano in area isolata, dove negli scorsi giorni si è sviluppato un focolaio che ha contagiato 23 pazienti e diversi operatori.
Restano otto le persone presso unità d’emergenza del pronto soccorso, mentre 6 pazienti sono stati trasferiti negli ospedali dell’area metropolitana di Bologna.
Sempre a Bologna, sono 6 i pazienti del nostro territorio ricoverati in terapia intensiva.

Continua inoltre lo screening tramite tamponi sugli operatori sanitari dei reparti internistici no-Covid: ad oggi (mercoledì 25, ndr) sono 21 gli operatori la cui positività è stata confermata.