Caos in centro e tormento per i commercianti. A Lugo scattano le manette per due 30enni

«I due - spiegano i carabinieri - con le loro condotte avrebbero coltivato un clima di malcontento nella cittadinanza lughese»

Ubriachezza, disturbo delle persone nel bel mezzo del centro storico di Lugo e un continuo tormento ai commercianti, ai gestori dei bar. I carabinieri della Compagnia di Lugo, nel tardo pomeriggio di oggi, hanno arrestato due stranieri che risiedevano all’interno di un camper nella zona artigianale di Lugo.
I due, un 33enne di origine rumena e un 31 enne cittadino russo, erano volti noti alle forze dell’ordine. «I due – spiegano i militari di Lugo – avrebbero nel tempo, con le loro condotte, coltivato un clima di malcontento nella cittadinanza lughese, assolutamente distante dal tollerare comportamenti sopra le righe».

Negli ultimi mesi infatti sarebbero stati più volte denunciati o tratti in arresto dai militari dell’Arma e dalla polizia locale, poiché ritenuti autori di reati contro il patrimonio, «nonché assidui molestatori di numerosi commercianti della zona specie se esercenti di bar» nonostante nei loro confronti fosse già stata adottata una misura restrittiva.

Oggi l’autorità giudiziaria ravennate ha conferito ai carabinieri di Lugo l’incarico di ricercare i due individui e, con la collaborazione di personale della polizia locale della Bassa Romagna, applicare le due ordinanze restrittive con successivo accompagnamento presso la casa circondariale di Ravenna dopo le formalità di rito.