Imola. «Inconveniente tecnico con lo streaming», rinviato il consiglio comunale

Ai sensi del regolamento del consiglio comunale, infatti, le sedute sono di regola pubbliche

La facciata del municipio di piazza Matteotti. Isolapress

Il primo punto all’ordine del giorno è stato affrontato, gli altri saranno discussi più avanti. La seduta del consiglio comunale di Imola in programma a partire dalle 16 di oggi, 19 novembre, è stata rinviata a data da destinarsi.
La causa? «Un inconveniente tecnico che impediva la trasmissione pubblica in streaming» affermano dal Comune. Lo streaming infatti è l’unico modo possibile, in tempo di pandemia, a disposizione dei cittadini per seguire la seduta.
Ai sensi del regolamento del consiglio comunale, infatti, deve essere garantita la pubblicità delle sedute (articolo 5 del regolamento).

Dopo l’appello e alcune dichiarazioni del sindaco Marco Panieri sulle azioni prese dall’Ausl di Imola per l’emergenza Covid-19, la seduta è stata bloccata. Lo streaming sulla pagina del Comune di Imola e sul canale YouTube istituzionale infatti non stavano funzionando a dovere. Dopo poco la decisione del rinvio.
Il presidente Roberto Visani ha convocato la conferenza dei capigruppo per concordare la nuova data del prossimo consiglio comunale, che è stata fissata per lunedì 23 novembre alle 16.30.
«Gli stessi consiglieri comunali da remoto avevano difficoltà ad intervenire» afferma il capogruppo leghista Daniele Marchetti, che era collegato. Il vice presidente del consiglio comunale Nicolas Vacchi (Fdi) ha annunciato che depositerà un’interrogazione «per capire le ragioni di questi malfunzionamenti».