Le Pink Ambassador e i tifosi dell’Imolese in campo per la ricerca

Organizzata per sabato 7 novembre una raccolta fondi

Manuela Salici

La ricerca non si ferma, e le donne di Imola scendono in campo per aiutare. È infatti prevista per sabato 7 novembre una mobilitazione di donne imolesi per raccogliere fondi a sostegno della ricerca scientifica.
Ci pensano le Pink Ambassador della Fondazione Umberto Veronesi (guidate dall’imolese Manuela Salici) a mobilitare l’universo femminile della città. «Grazie alla mia passione per il calcio e per i colori rossoblù dell’Imolese – annuncia Salici – e allo sponsor Babetta Boutique abbiamo realizzato una sciarpa per le tifose imolesi, che verrà data a coloro che decideranno di fare una donazione minima di 10 euro».

L’obiettivo della raccolta fondi è quello di tenere alta l’attenzione non solo sulla ricerca per vaccini e cure per il Covid, ma anche per quella contro le altre malattie diffuse tra la popolazione, che inarrestabili, continuano a colpire indistintamente giovani e anziani, donne e uomini.

Appuntamento dalle 15.30 alle 16.30 saremo all’Aroma 23 in via Selice e dalle 18 alle 19  presso il negozio di abbigliamento Babetta Boutique, in via Emilia.
Al fianco delle Pink Ambassador ci saranno i rossoblù di “Ci siamo sempre”, club di tifosi dell’Imolese: «Abbiamo aderito con piacere a questa iniziativa di Manuela, la vice presidente del club – spiega il numero uno Roberto Amorati – dando il nostro contributo e sposando l’idea di una sciarpa dell’Imolese realizzata ad hoc e in numero limitato come gadget».