Riapre il negozio Le Fate, proprio come avrebbe voluto Cinzia Cenni. La sua prematura scomparsa, il 30 agosto scorso, ha lasciato sbigottite le tante persone che sino a giugno l’avevano vista nel negozio di via Garibaldi.
Qui Cinzia proponeva il riuso in una selezione accurata di abbigliamento per bambini, libri e giocattoli usati, in modo che le mamme potessero smaltire cose non più utilizzate e altre potessero acquistarle evitando sprechi.
«Il 10 giugno a Cinzia è stato diagnosticato un tumore, ma con grande forza d’animo ha continuato, fin che ha potuto, a lavorare lottando contro il dolore», racconta il marito Angie Minichiello. «Cinzia sapeva essere dolcissima ma altrettanto decisa. Nel 2005 decise di aprire Le Fate, dapprima il negozio era in via Nino Bixio, poi lo trasferì in via Garibaldi».
Tra i desideri di Cinzia la speranza che il suo negozio non scomparisse. Un desiderio realizzato: “Le Fate” ha ripreso vita due settimane fa gestito da Carla Arcangeli, una giovane mamma: «Conoscevo bene Cinzia, ero cliente del negozio, oltre che proprietaria dei locali, e mi sono buttata in questa avventura un po’ per caso, lasciando il posto fisso in un’azienda».


Per leggere l’articolo completo su questa bella storia di rinascita, non perderti il numero de Il Nuovo Diario Messaggero in edicola!
Il nostro giornale è disponibile anche in versione online.
Per sapere come attivare l’abbonamento e leggerlo #restandoacasa, fai click qui