Didattica a distanza per le superiori, ecco l’ordinanza della Regione

Le modalità di attuazione definite dagli istituti entro giovedì. Mascherina «fortemente raccomandata in classe»

Foto di repertorio Isolapress

Didattica a distanza almeno al 75% nelle superiori, come previsto dal Dpcm del 24 ottobre, mascherina fortemente raccomandata per elementari, medie  e superiori quando in presenza. La Regione Emilia-Romagna ha recepito le nuove misure per la scuola con l’ordinanza 205 firmata ieri dal presidente Stefano Bonaccini e entrata in vigore oggi, 27 ottobre.

Gli istituti scolastici superiori avranno tempo fino a giovedì 29 per definire in autonomia le modalità di attuazione della didattica a distanza, con criteri di rotazione fra le classi o fra gli studenti all’interno delle classi per non meno, appunto, del 75% delle attività. L’ordinanza precisa inoltre «che andrà garantito il diritto alla didattica in presenza agli alunni con disabilità, raccomandando l’applicazione dell’attività didattica in presenza prioritariamente nelle classi prime e quinte delle superiori». Elementari e medie continueranno con le lezioni in presenza per tutti gli alunni.

L’orario di ingresso alle lezioni delle secondarie di secondo grado potrà essere ridefinito solo a seguito di un incontro del coordinamento regionale e locale, con la possibilità di fare ricorso a turni pomeridiani.


Fai click qui per leggere e scaricare il testo dell’ordinanza


Formazione professionale: garantita l’attività laboratoriale

Per ciò che riguarda la formazione professionale possono proseguire in presenza i percorsi di istruzione e formazione professionale approvati dalla Regione e realizzati dagli Enti di formazione professionali. Le attività teoriche d’aula si svolgono ricorrendo anche alla didattica digitale integrata modulando ulteriormente, dove necessario, la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni e dei gruppi classe.
Sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio che prevedano trasferte, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dagli Enti di formazione professionale accreditati, fatte salve le attività di stage/tirocinio curricolare.
Anche in questo caso, è fortemente raccomandato l’utilizzo della mascherina all’interno di tutte le classi.