Inaugurato in autodromo il Medical Center, «fiore all’occhiello per la città»

Struttura da 400 metri quadrati, che «alza ancora l’asticella qualitativa dell’autodromo»

Il sindaco di Imola, Marco Panieri, l’ha definito «un altro, importante tassello della riqualificazione dell’autodromo di Imola». Il nuovo Medical Center, inaugurato nella tarda mattina di domenica 25 ottobre, è una struttura all’avanguardia, adeguata alle necessità e conforme alle normative specifiche per gli impianti sportivi motoristici.
Il Medical Center è composto di una struttura di 400 metri quadrati al chiuso. Gli ambienti interni sono principalmente destinati ad ambulatori di visita e di pronto intervento, con uno spazio dedicato alla diagnostica per immagini.
«Siamo stati la culla dell’umanità sportiva motoristica» le poche, commosse parole del dottor Claudio Marcello Costa, il medico dei motori che, per primo, ideò la Clinica Mobile il 16 febbraio 1972. «Una struttura invidiata da tutto il mondo» che, secondo Fabio Bacchilega, presidente di Con.Ami, «rappresenterà un fiore all’occhiello della nostra città. Speriamo inoltre possa avere un utilizzo futuro in base alle collaborazioni con enti pubblici e privati che lo accoglieranno all’interno delle loro organizzazioni». In questa direzione è anche la realizzazione di una nuova elisuperficie, idonea per atterraggio e decollo di elicotteri di soccorso, «a sottolineare l’importanza che quella piazzola d’asfalto può avere per tutto il territorio, con un accesso diretto non solo dall’autodromo, ma anche dall’esterno».
Per il presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense, «l’inaugurazione del nuovo Medical Centre alza ancora l’asticella qualitativa dell’autodromo, un punto di riferimento per la medicina specialistica sportiva a livello nazionale».
All’inaugurazione ha partecipato anche il vescovo della Diocesi di Imola, mons. Giovanni Mosciatti che ha benedetto la struttura.