Torna l’incubo baby gang a Imola, danneggiamenti in centro e tre denunce

Attimi di tensione nella notte, "quando gli agenti hanno fermato un ragazzo sono stati circondati da una ventina di individui"

Foto Isolapress

Attimi di tensione nella tarda serata di ieri (sabato 17 ottobre) in pieno centro a Imola. Carabinieri, Polstrada e Polizia di Stato sono intervenuti in forze per assembramenti e atti vandalici causati da una baby gang in via Garibaldi poco dopo la mezzanotte.
I primi a intervenire sono stati i poliziotti, chiamati dai residenti che segnalavano danneggiamenti e schiamazzi ad opera di giovani ragazzi ubriachi ed esagitati.
La situazione si è fatta incandescente quando uno dei “protagonisti” degli atti vandalici è stato fermato per essere portato in commissariato.
“Subito la pattuglia è stata circondata da una ventina di individui – spiega il comandante della polizia di Stato imolese Michele Pascarella -. Atteggiamenti minacciosi, insulti e resistenza a pubblico ufficiale hanno reso necessario l’intervento di altri agenti e il supporto dei carabinieri”.
All’arrivo delle forze dell’ordine molti dei presenti se la sono data a gambe, “stimiamo fossero più di una cinquantina in tutto” spiega il comandante della compagnia carabinieri di Imola, Andrea Oxilia.

Venti le persone individuate, tutti giovanissimi tra i 16 e i 20 anni, italiani e stranieri residenti in città o nei comuni vicini. “Tre di loro, italiani e residenti a Imola sono stati portati in commissariato, identificati e denunciati per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale”. Tra di loro anche un minore, affidato al fratello. Sono ora in corso gli accertamenti per gli atti vandalici. Diverse auto lì parcheggiate sono state danneggiate.

“Sono tutte persone già note alle forze dell’ordine – commenta amareggiato Pascarella -. Molti li conosciamo già per altri episodi di cronaca, anche recenti (ad esempio l’aggressione ai danni di un ragazzo al parco delle Acque in estate, ndr). Sappiamo che alcuni di loro fanno uso di sostanze stupefacenti, molti erano ubriachi ieri sera. Vengono da contesti familiari difficili, con famiglie assenti. Alcuni di loro, seppur giovanissimi, hanno già a carico denunce per vari episodi di danneggiamenti, spaccio o violenza”.

(polizia Imola. foto di repertorio Isolapress)