Occhio alle truffe, anche per i vaccini antinfluenzali. Nella mattinata di oggi infatti sono pervenute all’Ausl di Imola diverse segnalazioni di cittadini «che riferiscono di essere stati chiamati telefonicamente per concordare una sedicente “vaccinazione a domicilio” da parte di un “dottore” non meglio identificato».

L’azienda sanitaria sospetta però che tali telefonate «siano da imputare a tentativi di truffa». Questo perché, come ricorda l’Ausl di Imola, nessun professionista aziendale si reca a domicilio degli assistiti per effettuare la vaccinazione antinfluenzale e che «solo il medico di medicina generale, ben conosciuto da ogni assistito, può effettuare una visita domiciliare anche a scopo vaccinale».
Il consiglio dell’azienda sanitaria, è solo uno: in caso altri utenti ricevessero simili chiamate sono invitati a segnalare alle forze dell’ordine.