Covid, l’Ausl riattiva la tenda di pre-triage davanti all’ospedale

Obbligatorio per accedere al pronto soccorso. «Una scelta di precauzione fondamentale per proteggere l’ospedale dai contagi»

La tenda davanti al Santa Maria della Scaletta

È stata uno dei simboli dell’emergenza Covid-19. Dopo la chiusura estiva, la tenda di pre-triage allestita davanti all’ospedale Santa Maria della Scaletta sarà riattivata da lunedì 28 settembre alle 8, come previsto fin dalla sospensione del servizio, ad inizio luglio (leggi qui).

«Con l’arrivo dell’autunno e di temperature più fredde – spiega l’Ausl di Imola -, quella che si è rivelata una scelta di precauzione fondamentale per proteggere l’ospedale dai contagi, riprende le proprie funzioni». Ovvero garantire un ingresso in maggiore sicurezza dei cittadini affetti da sintomi “respiratori”, applicando prima dell’ingresso in ospedale le procedure di protezione e stabilendo percorsi specifici.

Tutti i cittadini che si recano in pronto soccorso dovranno quindi accedere alla tensostruttura esterna (l’entrata di via Belpoggio 1 è chiusa). Chi invece deve entrare in ospedale per prestazioni sanitarie, visitare ricoverati o perché operatore della struttura deve accedere da via Montericco.

L’Ausl ricorda: se avete sintomi, chiamate il medico di famiglia

Resta fermo l’invito da parte dell’Ausl Imola, per tutti coloro che presentassero sintomi quali febbre, raffreddore, mal di gola, tosse, difficoltà a respirare, assenza del senso del gusto e dell’olfatto o stanchezza diffusa, di chiamare prontamente il proprio medico di famiglia che provvederà, se lo valuta clinicamente opportuno, a segnalare il caso alle Unità Speciali di Continuità Assistenziale (Usca), che non hanno mai cessato la propria attività sul territorio e che nelle ultime settimane sono state potenziate per garantire un pronto intervento a domicilio o ambulatoriale, a seconda delle necessità.