L’Imolanuoto riparte dal Sette Colli, undici gli imolesi in vasca

Il tecnico Casella: «Reduci da un periodo complicato. Vedo la voglia di gareggiare negli occhi dei ragazzi»

482
Isolapress

Il nuoto azzurro è pronto per ripartire dopo l’emergenza Covid-19. Inizialmente prevista per gli ultimi giorni di giugno, l’edizione dell’anno zero post Coronavirus del trofeo Sette Colli partirà domani nella splendida cornice del Foro Italico.
Il 57esimo Trofeo Internazionale varrà come Campionato Italiano Assoluto Open 2020.

Saranno undici i nuotatori imolesi che scenderanno in vasca. Oltre ai big Fabio Scozzoli (impegnato nei 50 e 100 metri rana), Martina Carraro (che gareggerà nei 50, 100 e 200 metri rana) ed Alessia Polieri (che affronterà i 100 e 200 metri farfalla, i 400 metri misti e i 200 metri dorso), faranno parte della truppa romagnola anche Stefano Saladini (50, 100 e 200 metri rana), Giovanni Izzo (50 e 100 metri stile libero e farfalla), Federico Poggio (50 e 100 metri rana), Andrea Castello (50, 100 e 200 metri rana), Giulia Verona (50 metri rana e 100 metri rana e stile libero), Anita Bottazzo (50 e 100 metri rana), Fabio Coppola (50 metri rana) ed Alex Sabattani (50 e 100 metri rana).

Cesare Casella, tecnico dell’Imolanuoto, fa il punto sul trofeo: «Siamo reduci, come tutti, da un periodo complicato. Ci siamo avvicinati a questo appuntamento diversamente dal solito. Inizialmente con il lockdown abbiamo avuto delle difficoltà e non potevamo scendere in acqua, nella fase 2 invece abbiamo ripreso ma in forma ridotta sapendo tardivamente che si sarebbe svolto il Sette Colli. Nonostante tutto, devo fare i complimenti ai miei ragazzi perché sono stati bravi e si sono preparati molto bene. Per quanto riguarda l’evento in programma al Foro Italico, non ho particolari aspettative se non quella di vedere la voglia di gareggiare negli occhi dei ragazzi e la serenità di aver tirato fuori il meglio da questa situazione inaspettata».