Al monastero di Castel Bolognese messa con il vescovo per san Domenico

Alle 8.30 di sabato 8 mons. Mosciatti presiederà la santa messa solenne con tutta la comunità parrocchiale

405
Isolapress

Sabato 8 agosto la Chiesa festeggia san Domenico di Guzman, presbitero spagnolo fondatore dell’Ordine dei frati predicatori domenicani e proclamato santo nel 1234.
Un’occasione speciale per il monastero delle monache domenicane di Castel Bolognese, in cui sono in programma le celebrazioni in onore del santo fondatore dell’ordine.
Alle 8.30 di domani (sabato 8 agosto) il vescovo di Imola monsignor Giovanni Mosciatti presiederà nella chiesa del monastero la santa messa solenne con tutta la comunità parrocchiale.

La vita di san Domenico
Nato nel 1170 a Caleruega in Castiglia, Domenico si distinse fin da giovane per carità e povertà. Convinto che bisognasse riportare il clero a quella austerità di vita che era alla base dell’eresia di Albigesi e Valdesi, fondò a Tolosa l’Ordine dei Frati Predicatori – uno dei più importanti della Chiesa – che, nato sulla Regola agostiniana, divenne nella sostanza qualcosa di totalmente nuovo, basato sulla predicazione itinerante, la mendicità, una serie di osservanze di tipo monastico e lo studio approfondito. Muore il 6 agosto 1221 nel suo amatissimo convento di Bologna in una cella non sua, perché lui, il fondatore, non ne aveva una. La canonizzazione giunge sotto Gregorio IX, a lui legato da profonda amicizia, il 3 luglio 1234.