Progettazione e sviluppo, Sacmi acquisisce la Iprel

L'azienda, con sede in via Fermi a Imola, era già partecipata al 50% dal gruppo del grifone

1050
Lo stabilimento di via Selice

Sacmi porta dal 50% al 100% la partecipazione nella Iprel, azienda specializzata nella progettazione hardware e software e nello sviluppo di sistemi di supervisione.
L’azienda, con sede in via Fermi, impiega 120 tecnici e negli ultimi anni ha sviluppato attività quali sistemi avanzati per l’analisi dei big data, studio di tecnologie per sistemi di supply chain, piattaforme per l’acquisizione automatica delle immagini in funzione controllo qualità per Sacmi. Per terzi si è occupata dello sviluppo di sensori avanzati per applicazioni nell’ambito biomedicale.

«Automazione e digitalizzazione – osserva il presidente di Sacmi Imola, Paolo Mongardi – sono la cifra del nostro tempo, chiave di volta per lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi. L’acquisizione della totalità delle quote di Iprel si inserisce in questa logica, completando un percorso già avviato e con la finalità di ampliare la potenza di fuoco di Sacmi in tali ambiti».