Diplomati con l’Avis, 12 i giovani vincitori

341

Tra le ragazze e i ragazzi che si sono impegnati nello studio, in dodici (nella foto) venerdì 3 luglio hanno ricevuto il premio Diplomati con l’Avis.
A premiarli con una busta dal valore di 300 euro il presidente dell’Avis di Imola, Fabrizio Mambelli, che ha così commentato: “Nell’assegnare i riconoscimenti – dice Fabrizio Mambelli -, abbiamo tenuto conto delle migliori medie risultanti dalla somma degli esiti annuali più la prova d’esame. Da quest’anno, in particolare, essendo le borse di studio in denaro soggette a tassazione, il Consiglio direttivo dell’Avis di Imola ha deliberato di assegnare dei premi allo studio consistenti in buoni acquisto”.
L’iniziativa che si è svolta nella sala riunioni dell’Avis di Imola, nel Padiglione numero 6 dell’Ospedale vecchio, è stata anche l’occasione per invitare i nuovi diplomati ad entrare nella struttura dell’Avis. “Oggi – aggiunge Mambelli -, possiamo contare su circa 6.000 donatori in tutto il comprensorio e circa 4.000 ad Imola ma, per ogni donatore che ci lascia per raggiunti limiti di età, 70 anni è il limite massimo per poter donare, ne occorrono almeno 4 tra i più giovani. Occorre sempre allargare la base associativa”. C’è ancora, e sempre, bisogno di sangue.