Carabiniere investito ad un posto di blocco da malviventi in fuga. È grave

Il militare 48enne ha riportato un trauma cranico e la frattura di una vertebra. Attualmente è ricoverato al Maggiore in prognosi riservata

Foto di repertorio

Un militare dell’Arma dei carabinieri è stato investito nella notte tra domenica 28 e lunedì 29 da un auto che ha forzato un posto di blocco a Mordano. L’appuntato scelto 48enne è ricoverato all’ospedale Maggiore di Bologna ed ha riportato un trauma cranico, la frattura di una vertebra e della spalla destra, oltre a diverse contusioni. La prognosi è riservata, ma l’uomo non è in pericolo di vita.
La vicenda è iniziata attorno alle 4, quando a Fusignano quattro uomini hanno tentato l’assalto ad un tabacchi con una spaccata, riuscendo però a rubare solo qualche stecca di sigarette. Notati da qualche passante, i malviventi si sono dati alla fuga, a bordo di un’Alfa 159. Avvertiti dell’accaduto dai colleghi di Lugo, i carabinieri di Imola hanno creato un posto di blocco a Mordano, tra via Lughese e via Cavallazzi.
La pattuglia ha intercettato l’auto ma, mentre due dei quattro fuggitivi sono scesi e si sono dati alla fuga, gli altri due hanno accelerato tentando di forzare il posto di blocco e investendo il carabiniere. L’appuntato scelto è stato trasportato con l’elisoccorso al Maggiore di Bologna, dove è ricoverato il gravi condizioni (ma non in pericolo di vita). L’auto dei malviventi – rubata a Imola il 26 giugno scorso – è stata rinvenuta poche ore dopo, abbandonata e incendiata, in via Rivani, nel capoluogo bolognese. I due malviventi sono ricercati per tentato omicidio.