Evade e si nasconde da un amico, arrestati entrambi dai carabinieri

I militari lo hanno rintracciato a Faenza. Il giovane è stato tradotto in carcere

308
Foto: Una pattuglia dei Carabinieri (Foto di repertorio)

Negli scorsi giorni i carabinieri della compagnia di Faenza hanno arrestato due uomini, uno per evasione e l’altro per favoreggiamento personale.
Dopo essere stati avvisati della fuga di un 25enne marocchino dagli arresti domiciliari nel comune di Riolo Terme, i militari si sono messi subito sulle sue tracce perlustrando i luoghi di solito frequentati dall’evaso.

«Constatando che il fuggitivo si era spostato nel centro di Faenza utilizzando un taxi» comunicano i carabinieri, «gli uomini dell’Arma si sono recati nell’abitazione di un albanese, anche lui 25enne e agli arresti domiciliari».
I militari si sono presentati con la scusa di un normale controllo chiedendo notizie del 25enne, ma il faentino avrebbe tentato di negare il tutto per nascondere la presenza dell’amico.
Per entrambi è scattato l’arresto. Su disposizione del pm di turno, i due sono stati collocati agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo e dell’udienza di convalida.
«Arresti entrambi convalidati» riportano i carabinieri. Il marocchino residente a Riolo è stato tradotto in carcere, l’albanese ricollocato ai domiciliari.