Bagnara, il Popoli Cult Festival sarà… sul web

Il 28 giugno sarà trasmesso un video con i contributi delle numerose nazioni che negli anni hanno reso unica la kermesse bagnarese

218

Come annunciato nei mesi scorsi, quest’anno a Bagnara di Romagna non ci sarà il Popoli Pop Cult Festival: al suo posto domenica 28 giugno arriva Popoli Web, un evento online che nasce dal desiderio di tenere vivo lo spirito della festa fino alla prossima stagione.
A partire dalle 20, sulla pagina Facebook Popoli Pop Cult Festival o anche da YouTube, ci sarà un piccolo grande revival a distanza e in diretta.

L’evento online conterrà tutti gli elementi che hanno caratterizzato il festival nei suoi 11 anni di vita: cultura, musica, paesaggi e gastronomia. Tutto ciò vivrà attraverso i contributi video delle numerose nazioni che hanno partecipato al festival, dalle Filippine al Marocco, dalla Romania al Camerun, all’Argentina.
La diretta, coordinata da Radio Sonora, sarà presentata da Ivete De Souza; tra gli ospiti ci saranno il sindaco di Bagnara Riccardo Francone, che del festival è anche coordinatore generale, il direttore artistico Massimo Bellotti e lo staff di Popoli, mentre non mancheranno testimonianze di amici del festival e musica con la consolle “Djs dal mondo”. “La serata è dedicata agli artisti e al mondo dello spettacolo, tra i più colpiti dalla crisi sanitaria – ha dichiarato il direttore Massimo Bellotti -. Il nostro messaggio vogliamo viverlo con il coraggio e la solidarietà, la fratellanza e la creatività per trovare la volontà per far rialzare questi nostri popoli d’Italia, d’Europa e del Mondo. Vogliamo dare un segnale importante di condivisione della situazione di difficoltà del mondo dell’arte e dello spettacolo, anche come riconoscenza ai tanti gruppi che negli anni hanno animato il nostro festival: lo faremo con un gesto concreto di solidarietà, grazie al contributo di sponsor e del pubblico online che vorrà contribuire”.