Imola, l’estate si apre con un concerto all’alba nel verziere delle monache

Protagonista il pianista imolese Gian Marco Verdone. L'accesso sarà limitato a 150 persone

2273
Uno dei passati concerti allalba imolesi. Foto di repertorio Isolapress

L’estate a Imola inizierà sulle note del pianoforte di Gian Marco Verdone.
In occasione della Giornata della musica, domenica 21 giugno il pianista imolese già allievo della scuola Vassura-Baroncini sarà il protagonista di un “concerto all’alba“.
A fargli da palcoscenico uno dei luoghi più suggestivi della città: il verziere delle monache in via Caterina Sforza.
A partire dalle 5 Verdone si esibirà in brani di Beethoven, Morricone, Einaudi e Sakamoto.
«Seduti sul prato, accompagnati dal suono del solo pianoforte, daremo il benvenuto al giorno più lungo dell’anno in uno spazio di grande suggestione» commenta Luca Rebeggiani, direttore dei teatri imolesi.
L’evento è organizzato dalla scuola comunale di musica Vassura-Baroncini

Ça va sans dire, l’evento sarà organizzato con alcune regole e limitazioni per ottemperare alle disposizioni anti-Covid.
L’accesso sarà limitato a 150 persone, ad ingresso gratuito, senza prenotazione.  Il personale presente in loco fornirà tutte le indicazioni per un posizionamento in sicurezza. Obbligatorio l’uso della mascherina fino al raggiungimento della posizione assegnata. Non sarà consentito il consumo di cibi e bevande.