La Tenuta Ca’ Lunga di Imola dona 600 bottiglie di vino all’Ausl

Saranno distribuite agli operatori in prima linea durante l'emergenza Covid

444
Un dono prestigioso ed inaspettato. Paolo Cassetta, titolare della Tenuta Ca’ Lunga, e i suoi familiari Angelo, Cristina, Andrea e Chiara, hanno voluto donare agli operatori sanitari che sono stati al fronte contro il coronavirus 600 bottiglie di vino d.o.c.
Le bottiglie sono state portate ieri al Santa Maria della Scaletta per essere distribuite nei prossimi giorni agli operatori, che potranno così festeggiare la fine dell’emergenza ospedaliera.
«Ci tenevamo davvero molto a poter fare questo dono agli operatori socio-sanitari, per ringraziare ognuno di loro per quanto fatto per la nostra comunità – ha affermato Cassetta durante la consegna delle bottiglie, del valore di 3000 euro, al direttore generale dell’Ausl Imola Andrea Rossi -. Con l’augurio che possano donare un po’ di spensieratezza a tutti gli eroi che sono stati in prima linea in questo periodo, quando alla sera tornano a casa dalle loro famiglie».

«Provvederemo a consegnare una bottiglia a ciascun dipendente dei reparti Covid – commenta proprio il dg -, perché possano usufruirne nelle giornate di festa». E per lo stesso Rossi un omaggio speciale: una magnum completamente dipinta a mano. «La porteremo in direzione e la stapperemo quando potremo davvero segnare la fine della pandemia».



Leggi anche: Indagine nazionale sul Covid, oggi le prime telefonate anche nel circondario imolese