Furbetti dei rifiuti, 46 multe a Bagnara. Ci sono anche cittadini di Imola e Mordano

"Beccati" dalle fototrappole negli ultimi quattro mesi. Sanzioni di 270 euro a chi abbandona immondizia fuori dal proprio Comune

1622
Abbandoni di rifiuti in via Gramsci a Bagnara di Romagna

L’occhio delle fototrappole non se li è fatti sfuggire. Sono stati multati i responsabili degli abbandoni di rifiuti sul territorio di Bagnara, “catturati” dalla videosorveglianza nel corso degli ultimi quattro mesi. Un totale di 46 sanzioni, di cui 16 elevate grazie all’individuazione di “indizi” lasciati nell’immondizia che hanno permesso di risalire all’identità dei “furbetti del rusco”.
«Nella maggior parte dei casi – specifica il Comune -, non si tratta di residenti di Bagnara, bensì dei Comuni limitrofi». Ovvero, tra gli altri, Imola e Mordano.

Gli ultimi episodi sono avvenuti negli scorsi giorni, nei pressi dei cassonetti di via Gramsci (nella foto). «I responsabili sono stati individuati grazie all’utilizzo di una fototrappola mobile: è così scattata la sanzione». Una multa che ammonta a 104 euro per abbandono di rifiuti, a cui si aggiungono 166 euro per chi commette la violazione fuori dal proprio Comune di residenza.
«Al perdurare di cattive abitudini, diventa necessario sanzionare coloro che si rendono responsabili di atti di inciviltà – afferma il sindaco di Bagnara, Riccardo Francone -. Chi abbandona rifiuti arreca danno a tutta la comunità».

Hera: «I rifiuti sono da conferire nel proprio Comune»

«È vietato conferire rifiuti fuori dal proprio Comune – ricorda ai cittadini Hera -. Inoltre è sempre vietato abbandonare rifiuti anche nei pressi dei cassonetti: pertanto, se questi sono pieni è necessario attendere il loro svuotamento, oppure recarsi presso un’altra isola ecologica».