La Sacra Famiglia con san Giovannino torna (restaurata) al museo diocesano

Il quadro cinquecentesco potrà essere ammirato sulla parete d'ingresso della III sala dell'appartamento rosso

254
Foto di proprietà del museo diocesano di Imola

Il museo diocesano di Imola ha riaperto da nemmeno dieci giorni, ma già sono fioccate le novità. Dopo l’inaugurazione (con video-mostra) della mostra “Exultate e jubilate” (leggi qui) un quadro è tornato “a casa”.
Il grande dipinto raffigurante la Sacra Famiglia con san Giovannino «è tornato finalmente al suo posto sulla parete d’ingresso della III sala dell’appartamento rosso» rende noto il museo.
Il grande dipinto, eredità di don Icilio Zanelli, «è stato attribuito da Buscaroli e Meluzzi a Francesco Vecellio (Pieve di Cadore, 1475-1560). L’opera mi pare, invece, possa considerarsi di derivazione da un dipinto di analogo soggetto di Polidoro Lanzani (Lanciano, 1515 – Venezia, 1565), databile al 1530 circa, custodito a Parigi, Museo del Louvre, di cui esiste anche un’altra versione databile al 1550 circa, custodita a Chambery, Musée des Beaux- Arts» spiega il vicedirettore del museo Marco Violi.

L’opera è stata restaurata dalle sapienti mani di Michele Pagani (Etra restauri). Un’operazione delicata e resa possibile grazie alle offerte raccolte dagli ospiti del Gran concerto di primavera 2019 organizzato dal museo di piazza Duomo in collaborazione con Emilia Romagna Festival.



Gli orari di apertura del Museo Diocesano

Orari di apertura:
– martedì, mercoledì e giovedì: ore 9-12
– martedì e giovedì: ore 14-17
– sabato: ore 10-13 / 15.30-18.30 (escluso agosto)
– domenica: ore 15.30-18.30 (escluso luglio e agosto)