Imola, rinnovata a Geims la gestione del PalaRuggi fino al 2023. Piancastelli nuovo presidente

La firma in Comune alla presenza del commissario Izzo e di Area Blu. Previsti lavori di ristrutturazione e di efficientemente energetico per 400mila euro

1508
Isolapress

Un messaggio da Lorenzo Muscari: «Firmato». Dopo un’attesa, durata mesi, la tanto attesa firma è arrivata nella mattina di oggi. Alla presenza del commissario straordinario Nicola Izzo, di Area Blu e del presidente dell’Imolanuoto, Mirco Piancastelli, Geims 2 ha rinnovato il contratto di gestione del complesso Ruggi e, di conseguenza, della piscina Comunale, fino al 31 maggio 2023.

«Il primo obiettivo è aprire la comunale esterna al pubblico – le prime parole del direttore dell’impianto, che su Facebook ha pubblicato un video -. Poi far partire il prima possibile i lavori di ristrutturazione ed efficientemente energetico, condivisi con i tecnici di Area Blu. Il contratto avrà validità di 36 mesi. Siamo soddisfatti, sarà un bell’impegno, ma la cittadinanza ha dimostrato di apprezzare il nostro lavoro di questi anni e, nei momenti più critici, ci ha sostenuto». Due i punti salienti: «i 400mila euro previsti per i lavori (quelli previsti per le ristrutturazioni, ndr). In più, se le fatture emesse alle società sportive non verranno saldate, dal primo giugno 2020 in poi sarà un problema del tutto nostro. Non avremo più il paracadute di Area Blu. Ci organizzeremo di conseguenza».

«Sono contento, Imolanuoto è contenta – il commento di Mirco Piancastelli, che di Geims è il nuovo presidente -. Su queste basi potremo sviluppare finalmente il centro tecnico federale e trasformare Imola in uno dei principali centri natatori italiani. Il nostro obiettivo è la copertura della vasca olimpica, per il quale la Federazione ha confermato l’impegno nel sostenere i costi».
Sull’albo pretorio del Comune di Imola è disponibile il verbale di deliberazione.