Conte presenta il nuovo decreto: «Da lunedì 18 spostamenti senza limitazioni nella regione»

«Riprendono anche gli incontri con gli amici». Prevista per il 25 maggio la riapertura di palestre, piscine e centri sportivi

876
Immagini messe a disposizione con licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT

«Da lunedì ci si sposterà all’interno della regione senza nessuna limitazione: quindi via alle autocertificazioni». Il premier Giuseppe Conte ha illustrato nella serata di oggi, sabato 16 maggio, le misure contenute nel Dpcm di attuazione del Decreto-legge che entreranno in vigore da lunedì 18 maggio.

La novità principale riguarda appunto gli spostamenti: stop all’autocertificazione per i movimenti nella stessa regione.
«Questo significa uscire di casa senza più dover giustificare le ragioni dello spostamento – ha spiegato Conte -. Si potrà andare dove si vuole: in un negozio, in montagna, al lago, al mare. Riprende anche la vita sociale, riprendono gli incontri con gli amici».
Rimangono però alcune limitazioni: «Divieto di uscire di casa per chi è positivo al virus, per chi viene posto in quarantena. Rimangono anche limitazioni per chi ha sintomi riconducibili al Covid-19, che dovrà rimanere a casa. Resta il divieto di creare assembramenti di persone in luoghi pubblici. In questa fase bisognerà comunque rispettare la distanza di un metro».

Per quanto riguarda gli spostamenti tra regioni «fino al 3 giugno saranno possibili solo per motivi di lavoro, salute e urgenza».
Lunedì, come già annunciato, sarà anche il giorno della ripresa delle attività commerciali, di parrucchieri, bar, ristoranti, centri estetici e stabilimenti balneari oltre che il giorno della ripresa delle messe in presenza di fedeli, sempre secondo i protocolli di sicurezza firmati nelle scorse settimane.

Novità anche per piscine, palestre, teatri e cinema. Dal 25 maggio è infatti stata programmata la riapertura di palestre, piscine, centri sportivi e dal 15 giugno potranno riprendere le loro attività cinema e teatri.