Il bilancio del Covid-19 nel circondario imolese continua ad essere a favore delle guarigioni. Oggi infatti l’Ausl di Imola non registra nessun nuovo caso di Coronavirus a fronte di un paziente imolese dichiarato clinicamente guarito.
Si tratta della guarigione numero 299 che fa scendere a 52 i casi ancora attivi su 390 refertati dall’inizio dell’epidemia.

Dalle 8 di ieri alle 8 di stamattina sono stati 64 accessi in pronto soccorso, ma solo due sono i ricoveri con sintomi suggestivi in attesa di referto.

Riaprono le strutture: attenzione alla legionella negli impianti idrici non utilizzati

Il lungo periodo di chiusura di molti edifici «potrebbe aver determinato la stagnazione di acqua nelle reti di distribuzione interna degli edifici, favorendo la crescita della Legionella Pneumophila», avverte l’Ausl di Imola.
Il batterio è responsabile dello sviluppo di polmoniti in presenza di particolari fattori di rischio individuali.
Per evitare questo pericolo, l’Istituto superiore di sanità ha diffuso delle linee guida per la gestione in sicurezza della riapertura.

«Le linee guida – riporta l’Ausl – prevedono, per quegli edifici che sono rimasti chiusi per più di un mese, una serie di attività straordinarie di controllo, quali pulizia, disincrostazione ed eventuale sostituzione di tutti i terminali di acqua calda e fredda, flussaggio adeguato dei terminali idrici, verifica dei livelli di disinfettante a livello dei serbatoi di stoccaggio, dei punti sentinella e dei punti di erogazione dell’acqua poco utilizzati prima della riattivazione».
Per ulteriori approfondimenti, l’intero documento è scaricabile accedendo al sito dell’Istituto Superiore di Sanità tramite il seguente link:
https://www.iss.it/rapporti-covid-19/-/asset_publisher/btw1J82wtYzH/content/id/5371649