Rifiuti abbandonati a Imola e in vallata, scattano le sanzioni

A Borgo Tossignano rintracciata e multata una persona che, abitualmente, scaricava il "rusco" sull'alveo del Santerno

532
Foto di repertorio

Non solo controlli sugli spostamenti. Gli agenti della polizia locale della città metropolitana hanno portato avanti in questi giorni le indagini per risalire ai cittadini che si sono resi colpevoli di abbandono di rifiuti.
Gli episodi sono stati segnalati a Imola e nella vallata del Santerno. A «Casalfiumanese, Fontanelice e Borgo Tossignano sono stati individuati e sanzionati i trasgressori, imponendo loro l’obbligo del regolare smaltimento e la successiva verifica tramite i formulari di identificazione» comunicano dalla città metropolitana.

In particolare a Borgo Tossignano, dopo le varie segnalazioni di scarichi di rifiuti degli scorsi giorni, è stato individuato un “furbetto del rusco” seriale: «Abitualmente, abbandonava rifiuti urbani provenienti dalla propria abitazione sull’alveo del Santerno, nel centro del comune» rendono noto gli agenti.

Sempre in vallata, «è stato individuato l’autore di un abbandono avvenuto nelle colline di Fontanelice, anch’esso sanzionato in base alle disposizioni del Testo unico ambientale. Sono invece in corso le indagini su abbandoni di Eternit nel comune di Casalfiumanese».