Imola, impennata nei valori di Pm10: da 34 a 112 in un giorno

Arpae: «Possibile causa grandi masse d´aria particolarmente ricche di polveri provenienti dal Mar Caspio»

2502
Centralina Arpae

Sembra essere una grande massa d’aria carica di polveri sottili proveniente dal Mar Caspio l’indiziata numero uno per spiegare l’impennata nei valori di Pm10 registrati a Imola sabato 28 marzo.
La centralina di Arpae in via De Amicis, così come le sue “colleghe” in tutta la Romagna, ha segnato un valore anomalo, soprattutto considerando il poco traffico sulle strade. 112 microgrammi al metro cubo il dato registrato, di molto superiore al 34 fatto segnare venerdì 27.

«La causa più probabile dell’impennata dei valori, registrata anche nelle altre regione del Nord, sembra essere un trasporto a grande scala proveniente da Est – afferma l’agenzia regionale per l’ambiente -. Da sabato infatti, grandi masse d´aria particolarmente ricche di polveri sono arrivate sull’Emilia-Romagna provenienti dall’area del Mar Caspio».


Fai click qui per collegarti al sito di Arpae e consultare i valori di PM10 giorno per giorno