Covid19, Ausl Imola: «primo caso a Mordano». Il totale dei contagi sale a 219 (+11)

Non si registrano decessi nel circondario. 14 le persone in terapia intensiva al Santa Maria della Scaletta, tra cui un paziente di Piacenza

1903
Isolapress

Il Coronavirus colpisce anche Mordano. Nel bollettino quotidiano dell’Ausl Imola si registra il primo caso nel Comune del circondario imolese.
Complessivamente sono 11 più di ieri i casi refertati dall’azienda sanitaria: 5 a Imola, 4 a Medicina, uno a Castel San Pietro e uno, appunto, a Mordano.
Fortunatamente nella giornata odierna non si registrano decessi, dopo le due vittime a Imola confermate nella giornata di ieri.

«Salgono quindi a 219 i casi positivi refertati nel circondario (compresi i 4 guariti clinicamente e i 19 decessi): 145 uomini e 74 donne – conferma l’Ausl – Di questi 134 residenti a Medicina, 56 a Imola, 12 a Castel San Pietro, 3 a Dozza, 3 a Castel Guelfo, 2 a Casalfiumanese, 1 a Borgo Tossignano, 1 a Mordano e 7 persone residenti fuori dal circondario».
Tra i positivi 19 hanno 85 e più anni, 59 tra i 75 e gli 84 anni, 60 tra 65 e i 74 anni, 81  tra i 14 e i 64 anni.

Restano ferme a quattro le guarigioni, mentre salgono a 14 le persone ricoverate in terapia intensiva al Santa Maria della Scaletta (di cui una trasferita da Piacenza). 66 i pazienti ospitati nei reparti Covid dell’ospedale.


Leggi anche: Medicina, da domani parte il “contrattacco”: visite a domicilio e profilassi con clorochina e antivirali


I numeri in Regione

Sono 10.816 i casi di positività al Coronavirus, 762 in più di ieri. 42.395 i test refertati4.350 in più sempre rispetto a ieri. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi, sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in Emilia-Romagna.
Complessivamente, sono 4.680 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (415 in più rispetto a ieri); aumentano di poche unità – come si sta verificando negli ultimi giorni – quelle ricoverate in terapia intensiva, chesono 3017 in più rispetto a ieri. Ma crescono purtroppo i decessi, passati da 1.077 a 1.17497, quindi, quelli nuovi, di cui 64 uomini e 33 donne.
Al tempo stesso, continuano a salire le guarigioni, che raggiungono quota 792.

Ausl Imola: Le indicazioni per i cittadini

L’azienda sanitaria locale ha emesso negli ultimi giorni le indicazioni da rispettare per i cittadini. In particolare si ricorda a chi dovesse presentare febbre e sintomi respiratori di NON recarsi al pronto soccorso e NON recarsi dal proprio medico, ma di contattare il proprio medico/pediatra e seguire le istruzioni.
Per info è attivo il numero verde regionale 800 033 033 o quello dell’Ausl Imola 0542 604 959.

L’azienda Usl imolese ha inoltre attivato sul proprio sito internet un portale, aggiornato in tempo reale, con tutte le informazioni sulla diffusione del virus e sui comportamenti da mettere in atto.

Sono state inoltre attivate dall’Ausl due linee telefoniche per il supporto psicologico, di cui una dedicata specificatamente agli abitanti di Medicina e Ganzanigo.

Supporto Psicologico Emergenza Coronavirus Azienda Usl di Imola:
Numero Telefonico 366 6843832
– dal lunedì al venerdì 9.00-12.00 e 14.00-17.00
-dedicato alla popolazione di Medicina e Ganzanigo

Numero telefonico 334 6687830
– dal lunedì al venerdì 9.00- 11.00 e 14.00-16.00
– supporto ai famigliari alle persone ricoverate o in isolamento domiciliare, a pazienti ricoverati e ai cittadini che ne sentissero l’esigenza.