Una truffa in piena regola è costata 400 euro a un 28enne. Il giovane, convinto di acquistare un cellulare su un sito di compravendite online, è però incappato in una truffa.
I carabinieri della compagnia di Imola sono riusciti a risalire ai due ideatori del raggiro online, un 29enne e un 35enne criminali professionisti con precedenti di polizia anche specifici (il più giovane si trova già in carcere per altri reati).
I due sono quindi stati denunciati per truffa online.

«Per rendere ancora più credibile la compravendita e carpire la fiducia del 28enne – affermano i militari – i due uomini utilizzavano numeri di telefono collegati a un servizio di messaggistica istantanea su cui avevano caricato la fotografia di un giovane vestito con una divisa in dotazione alle forze di polizia e accanto a un veicolo militare».
Se il fatto, in corso d’accertamento, venisse confermato potrebbe far scattare anche il reato di sostituzione di persona.