74enne lughese in arresto: in casa una carabina priva di matricola

Denunciato per detenzione illegale di arma da fuoco anche il fratello a cui l'uomo aveva ceduto una pistola

315
Sul posto la polizia di Lugo. Foto di repertorio

Un 74enne lughese è finito in manette per detenzione di arma clandestina e relative munizioni.
Tutto è iniziato da un controllo domiciliare operato dagli agenti della polizia di Lugo presso l’abitazione dell’uomo. I poliziotti impegnati nel controllo amministrativo relativo al possesso di armi hanno individuato una carabina «priva di marca, modello e matricola» e quindi considerata clandestina dalla legge. L’arma è stata subito sequestrata e l’uomo dichiarato in arresto.
Ma non è tutto. Nel corso dello stesso controllo gli agenti del commissariato hanno rilevato che una delle armi regolarmente detenute dal 74enne, una pistola calibro 7.65, risultava mancante.
L’uomo ha riferito ai poliziotti di aver ceduto la pistola al proprio fratello 72enne che, di conseguenza, è stato denunciato in stato di libertà per detenzione illegale di arma da fuoco.

«Nei confronti dell’uomo – fanno sapere dalla questura di Ravenna – è stata applicata la misura precautelare degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. Tutte le armi possedute dall’uomo, in considerazione della violazione commessa, sono state cautelativamente ritirate dagli investigatori del commissariato di Lugo».