PM10 oltre i limiti, in Romagna scattano le misure d’emergenza

220

A seguito dei controlli eseguiti da Arpae, è stato rilevato il superamento continuativo per 3 giorni dei limiti delle polveri sottili PM10.
Pertanto, come previsto dagli accordi regionali, da domani venerdì 17 gennaio a lunedì 20 compreso, a Bologna, Imola, nei comuni dell’agglomerato in Bassa Romagna e sul territorio della Romagna Faentina entrano in vigore le misure emergenziali per abbassare i livelli di inquinamento.

In questi giorni, alle limitazioni alla circolazione previste dal lunedì al venerdì riguardanti i veicoli benzina fino all’euro 1, diesel fino all’euro 3 e ciclomotori pre euro, si aggiunge:
– il divieto di circolazione per i diesel euro 4,
– il divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva minore di 3 stelle
– l’abbassamento del riscaldamento fino a un max di 19° nelle case e 17° in attività produttive e artigianali
– divieto di combustione all’aperto,
– divieto di sosta con motori accesi
– divieto di spandimento di liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili.

Nel solo territorio del Comune di Lugo si aggiunge anche il divieto di circolazione nel ai veicoli di categoria inferiore o uguale a Euro 4 nell’area urbana individuata da appositi cartelli.