46enne di Medicina in manette: nel bagagliaio 2,5 kg di hashish

185
La droga è stata sequestrata dai carabinieri

Quando ha visto i lampeggianti dei carabinieri sulla tangenziale Nord di Bologna ha cominciato a compiere manovre anomale, cercando di sfuggire al controllo dei militari della compagnia di San Lazzaro di Savena.

È iniziato da un normale controllo alla circolazione stradale l’intervento che ha portato nella serata di ieri, lunedì 13 gennaio, all’arresto di un 46enne nato a Bologna e residente a Medicina per produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope.
L’uomo si trovava al volante della sua Ford Fiesta quando ha cominciato a compiere manovre anomale in corrispondenza dell’uscita 8 della tangenziale, attirando su di sé l’attenzione dei carabinieri.
I militari si sono avvicinati al veicolo per un controllo, notando l’atteggiamento insolito dell’uomo.
Dopo un breve controllo effettuato dalla centrale operativa di Bologna su segnalazione della pattuglia è emerso che il 46enne era gravato da precedenti di polizia.
Questo ulteriore elemento ha fatto nascere più di un sospetto nei militari, che hanno quindi proceduto con la perquisizione del mezzo.

All’interno di un borsone custodito nel portabagagli, i militari hanno trovato 25 panetti di hashish del peso complessivo di 2,5 kg, probabilmente destinati ad alimentare le piazze di spaccio bolognesi. «La sostanza stupefacente è stata sequestrata – fanno sapere dal comando provinciale – unitamente all’auto che sarà confiscata». Il 46enne è finito in carcere, a disposizione dell’autorità giudiziaria.