Nomine in Diocesi, ecco i nuovi vicari foranei

688
I quattro nuovi vicari foranei. Da sinistra: don Francesco Gaetta (Dozza-Toscanella), don Gabriele Tondini (Senio), don Cesare Carcioffi (Santerno) e don Maurizio Ardini (Bassa Pianura)

Tre conferme e quattro novità.
Il vescovo monsignor Giovanni Mosciatti ha nominato nella giornata di ieri, martedì 3 dicembre, i nuovi vicari foranei dei vicariati della Diocesi di Imola.

I tre vicari foranei confermati. Da sinistra: don Luca Dalfiume (Imola), monsignor Carlo Sartoni (Lugo) e don Marco Bassi (Media Pianura)

I due vicari “cittadini”, ovvero don Luca Dalfiume (vicariato di Imola) e monsignor Carlo Sartoni (vicariato di Lugo), sono stati confermati nei loro ruoli, al pari del vicario della Media Pianura, don Marco Bassi.

Le novità sono tutte nei restanti cinque vicariati di cui si compone la nostra Diocesi.
Partendo dalla vallata del Santerno, don Cesare Carcioffi, arciprete di Fontanelice, prende il posto di don Marco Baroncini.
L’altro vicariato di vallata, quello del Senio, vede don Gabriele Tondini, parroco di Riolo Terme, prendere il posto di don Euterio Spoglianti.

Per quanto riguarda il vicariato di Dozza-Toscanella, ad oggi affidato a don Fabio Gennai, è stato nominato vicario don Francesco Gaetta, parroco di Sesto Imolese e Balia.
Il nuovo vicario foraneo del vicariato della Bassa Pianura è don Maurizio Ardini, parroco di San Bernardino in Selva, che sostituisce don Alberto Pio Baraccani.