In carcere il 26enne imolese autore dell’aggressione al pronto soccorso

265

È finito in manette il 26enne che nella serata di domenica ha seminato il panico al pronto soccorso del Santa Maria della Scaletta.

I carabinieri della compagnia di Imola infatti hanno nuovamente arrestato il giovane imolese su disposizione del Gip del tribunale di Bologna che nella giornata di ieri ha firmato un’ordinanza di aggravamento delle misure cautelari che il 26enne aveva ricevuto.

Nel lungo curriculum del giovane infatti figurava anche un provvedimento di divieto di avvicinamento alla madre, ottenuto dalla donna di recente dopo aver subito negli scorsi mesi atti persecutori da parte del figlio.
Il 26enne avrebbe infranto il divieto e, considerando anche l’episodio di domenica, il giudice ha disposto che l’uomo debba proseguire la misura cautelare in carcere, dopo che in un primo momento l’imolese era stato rimesso in libertà e sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria.

I militari di via Cosimo Morelli hanno quindi nuovamente arrestato il 26enne per cui si sono aperte le porte del carcere della Dozza.