Sabato è tempo di solidarietà, è tempo di Colletta Alimentare

141
Un'immagine delle passate edizioni. Isolapress

I limiti esistono per essere infranti. E, quando si parla di solidarietà, è quasi d’obbligo infrangerli.

Sabato 30 novembre davanti a 13mila supermercati di tutta Italia la Fondazione Banco Alimentare promuoverà la 23ª edizione della Colletta Alimentare.
I 145mila volontari dotati di mantellina gialla inviteranno i clienti a donare alimenti a lunga conservazione, che nei mesi successivi verranno distribuiti a 7.569 strutture caritative sul territorio nazionale (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano più di un milione 500mila persone bisognose in Italia, di cui quasi 345mila minori.

«Nel territorio della nostra Diocesi, grazie all’eroica attività di 55 organizzazioni caritative che assistono quasi 7.000 persone – spiega Stefano Dalmonte, presidente della Fondazione Banco Alimentare regionale – il Banco Alimentare Emilia Romagna (che ha sede a Imola) ha donato gratuitamente nel 2018 l’equivalente di un milione e 300mila pasti e, nel solo giorno della Colletta dell’anno scorso, sono stati raccolti quasi 80.000 kg di alimenti a lunga scadenza».

La Colletta Alimentare è inoltre uno spettacolo di gratuità e collaborazione tra diverse religioni. Da qualche anno, infatti, alla Colletta partecipano anche le altre religioni e confessioni religiose presenti sul territorio della diocesi, come le comunità ortodosse di Imola e Lugo, le chiese evangeliche e la comunità islamica.
Ogni guida religiosa ha invitato espressamente la propria comunità a partecipare attivamente. In particolare, nel sermone del venerdì alla Casa della cultura islamica di Imola è stato ricordato come «quando un musulmano sente, vede la sofferenza degli altri, gli viene di buon grado, di buona voglia operare a beneficio loro, augurando loro lo stesso benessere che desidera per se stesso, ecco che, con spontaneità e di propria iniziativa, si offre volentieri, si offre in aiuto e diventa per lui un gesto naturale farsi volontario per alleviare questa sofferenza».

Sarà possibile sostenere la Colletta Alimentare anche con un sms al numero 45582 attivo dal 3 novembre al 10 dicembre (il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun sms inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. Sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa twt, Convergenze, PosteMobile, e di 5 o 10 euro da rete fissa Tim, Vodafone, Wind Tre, Fastweb, e Tiscali).