Dimissioni Ranalli, Proni: «L’Unione non è in discussione»

145
Il consiglio dell'Unione. Al centro Davide Ranalli

«È nostra responsabilità garantire continuità ai servizi e alle progettualità in corso». I sindaci dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna affidano alla vice presidente Eleonora Proni le dichiarazioni del giorno dopo.

I primi cittadini che compongono il consiglio dell’Unione, dopo l’annuncio delle dimissioni del presidente Davide Ranalli (leggi qui), esprimono dispiacere assicurando però come «il percorso avviato dall’Unione non sia in discussione e, in tempi molto rapidi, ci stiamo già adoperando per definire un nuovo assetto di governo – continua Proni, prima cittadina di Bagnacavallo -. La nostra Unione è una realtà complessa, in grado di garantire un reale valore aggiunto al nostro territorio, mantenendo livelli di equità nell’accesso ai servizi a cittadini e imprese, valorizzando tutti i Comuni, dai più grandi ai più piccoli. Per questa ragione il confronto è la cifra dell’azione di governo e la figura del Presidente ne rappresenta la sintesi».

L’attenzione poi si sposta su quanto accaduto dopo l’annuncio di Ranalli nel consiglio di mercoledì 27: «Nel corso del Consiglio dell’Unione di ieri sera, inoltre, è stato presentato il Bilancio di previsione dell’Unione per il triennio 2020–2022 il ché evidenzia che le attività proseguono».