Mille anni di storia in una stanza

305

Oltre 120 buste e 300 tra volumi e registri. Presso il palazzo vescovile di Imola è custodito un vero e proprio tesoro, una fonte unica che ci racconta mille anni di storia della Diocesi: l’archivio della mensa vescovile.

L’archivio raccoglie documenti attestanti i diritti del vescovo di Imola su beni mobili e immobili situati sul territorio della Diocesi.
Di recente l’archivista Riccardo Pedrini ha terminato il riordinamento di tali documenti, che testimoniano il patrimonio della sede vescovile dal XII secolo al ‘900.
Conti, atti notarili, contratti arricchiti da reperti di notevole valore artistico quali i cabrei, censimenti delle proprietà arricchiti da accurate piante dipinte a mano. Uno strumento ancora utile per l’attività di ogni giorno in curia, una finestra dalla quale affacciarsi per capire la storia della diocesi e del territorio.


Al riordino dell’archivio della mensa vescovile è dedicato l’approfondimento di questa settimana de Il Nuovo Diario Messaggero.